Home » Senza categoria » BENEFICIO 2 – SI’ ALLA TRASFORMAZIONE DEI 7 COMUNI IN MUNICIPALITA’ PER GARANTIRE AI CITTADINI SERVIZI E TRADIZIONI
02
giu

BENEFICIO 2 – SI’ ALLA TRASFORMAZIONE DEI 7 COMUNI IN MUNICIPALITA’ PER GARANTIRE AI CITTADINI SERVIZI E TRADIZIONI

2° 7 MUNICIPALITA'

La realizzazione del Comune dell’Elba non può prescindere dalla contestuale trasformazione degli attuali comuni in Municipalità, per mantenere vicino ai cittadini servizi essenziali e tradizioni. zuppe-e-stornelli_8528E’ una necessità che deriva dalla particolare conformazione orografica dell’isola d’Elba e dalle riconosciute diversità che caratterizzano gli opposti versanti a causa dei differenti influssi migratori nel corso dei secoli: <<L’Elba può essere suddivisa in tre aree linguistico-culturali tra di loro diversificate: Portoferraio, il Versante Orientale e quello Occidentale>> (Sergio Rossi e Alvaro Claudi “Zuppe e Stornelli – ricette, canzoni e usanze dell’isola d’Elba”). Differenze che – come una piccola Italia – hanno originato diverse declinazioni di tradizioni e dialetti nei tre versanti, che costituiscono un patrimonio culturale da preservare e valorizzare. MUSSOLINIPersino Mussolini, resosi conto delle peculiarità dell’Elba, desistette dall’intento iniziale di unificarne i Comuni. Pertanto lo statuto del Comune dell’Elba prevederà la trasformazione degli attuali Comuni in Municipalità, lasciando al nuovo consiglio comunale il compito di determinarne numero, poteri e funzioni, come prevede la normativa degli Enti locali in caso di fusione di più comuni adiacenti (L. n.267/2000 T.U.E.L. art. 16). FOTO MUNICIPIO DI CAMPOIl Comune dell’Elba gestirà le funzioni più importanti, lasciando alle Municipalità insediate nelle attuali case comunali le funzioni che devono rimanere al servizio della comunità locale: protocollo, anagrafe, nettezza urbana, arredo urbano, vigilanza, feste tradizionali, etc.. TAGLIO STIPENDIIl taglio dei costi della Pubblica Amministrazione si realizzerà con la riduzione da 7 a 1 di stipendi, emolumenti, diarie, rimborsi spese di Sindaci, assessori, consiglieri comunali, dirigenti comunali, consulenti, segretari comunali; e con la riduzione da 7 a 1 degli uffici più importanti.

Submit a comment