Home » Senza categoria » BENEFICIO 9 – SI AI FINANZIAMENTI PER IL RECUPERO DEI “VIGNETI EROICI” TERRAZZATI, EREDITA’ PERDUTA DELLE FAMIGLIE ELBANE
02
Giu

BENEFICIO 9 – SI AI FINANZIAMENTI PER IL RECUPERO DEI “VIGNETI EROICI” TERRAZZATI, EREDITA’ PERDUTA DELLE FAMIGLIE ELBANE

La nuova normativa nazionale sul vino (T.U. del vino L. 238/2016) stabilisce che il settore costituisce un patrimonio culturale nazionale (art.1) e prevede PN_Arcipelago_Toscano.jpg_1911771884finanziamenti per il recupero dei vigneti “eroici o storici” come gli antichi terrazzamenti elbani: <<aventi particolare pregio  paesaggistico, storico  e  ambientale, in  aree  vocate  alla coltivazione  della  vite  nelle  quali  le  particolari   condizioni ambientali e  climatiche  conferiscono  al  prodotto  caratteristiche uniche>>. (art. 7). ELBA TERRAZZAMENTIIl Comune dell’Elba, in accordo con il Parco, potrà individuare i terrazzamenti storici da recuperare (a metà ‘800 gli ettari a vigneto erano 5.000, contro i 350 attuali) per valorizzare l’ambiente, l’offerta vinicola di estrema qualità, vini-autoctoni-isola-di-capraia-1i percorsi  turistici, e gli antichi vigneti delle famiglie Elbane, l’eredità perduta dei figli. Come sta avvenendo nell’isola di Capraia. Affinchè sia possibile recuperare tale patrimonio ambientale-culturale-vinicolo, cinghialivignaoccorrerà procedere all’eradicazione dei cinghiali, specie non autoctona importata per compiacere i cacciatori del secolo scorso, che prolifica senza limiti in assenza del loro predatore naturale, il lupo. Eradicazione necessaria per salvaguardare specie vegetali protette, vigneti, colture, terrazzamenti, oggi 220px-Magazzino_dei_Ciangherotti_(Pomonte_-_Elba)devastate in misura tale da compromettere l’equilibrio dell’ecosistema e l’intero comparto agricolo Elbano. Con il Comune unico sarà agevole concordare con il Parco le aree terrazzate ripristinabili a vigneto e riunire in consorzio i proprietari per accedere a finanziamenti comunitari e nazionali propedeutici al recupero delle antiche aziende vitivinicole e al reimpianto dei vigneti.

Submit a comment